D’oro come l’estate - Blog LIZEA Arti Grafiche

Blog LIZEA Arti Grafiche Body Wrapper

Stampiamo in oro

È tutto oro quel che luccica?

Scopriamo come rendere dorato e splendente ogni dettaglio grafico.

Passango gli anni, le mode e i trend grafici, ma lui, il colore Oro (sì, con la “o” maiuscola) è sempre il protagonista delle nostre estati, di quando dal tepore primaverile si passa caldo, quello vero, quello he sancisce l’arrivo del periodo più bello dell’anno: l’estate.

Che si tratti di abbigliamento e accessori  cosmesi o grafica lo troviamo sempre presente .

Ma come si ottiene un bel colore dorato in grafica, soprattutto in quelli destinati alla stampa?

Il dibattito circa come si possa ottenere un colore oro effettivamente intenso e brillante negli elaborati destinati alla stampa è vecchio come lo stesso mestiere di grafico e parlando con più tipografi (quello veri, nati con le macchine offset a un colore) potremmo avere risposte diverse.

Sebbene la Pantone abbia una vasta gamma di tinte “dorate” (vedi i codici 874 e 871 ad esempio) questi hanno ragion d’essere solo se effettivamente utilizzati per la stampa offest, perché la loro conversione in quadricromia (come potrebbero fare molti nuovi grafici improvvisati) soprattutto in stampa digitale, genererebbe unicamente dei colori tra il giallo e l’ocra, in quanto i 4 colori primari non sono in grado di riprodurre il metallizzato.

Ecco come si presenta il Pantone “oro” codificato 871. Accanto trovate i valori di conversione in quadricromia

Quindi, è bene ricordare che il miglior modo per stampare il colore oro (ma in generale vale anche per le altre cromie metalliche, quali bronzo, argento, etc..) è quello del colore “in pasta”, applicato come passaggio con una lastra dedicata, anche come quinto colore se il layout prevede anche immagini di quadricromia.

Per i più esigenti inoltre esiste un’ulteriore possibilità tecnica, necessaria se si desidera ottenere l’effetto a specchio: la cosiddetta “lamina”; un procedimento che alza i costi di produzione ma garantisce un effetto di grande efficacia visiva.

In entrambi i casi, l’esecutivo grafico dovrà prevedere uno specifico livello sul quale porremo tutti i tracciati che saranno stampati separatamente, con una chiara indicazione per il tipografo del tipo di trattamento desiderato.


Approfondimenti