Blog LIZEA Arti Grafiche Body Wrapper

Tendenza flat design

Cos’è il flat design e perchè va di moda

Vi interessa scoprire quali sono i trend design del 2018? Bene siete nel posto giusto!

Che si tratti di carta stampata o progettazione finalizzata al web design negli ultimi anni si è vista una vera e propria rivoluzione stilistica dettata non solo dal design, ma anche dalla funzionalità, dall’interazione e dalle performance.

Il trend del Flat Design (che significa letteralemnte Design Piatto), ha cominciato a manifestarsi già qualche anno fa (diciamo a partire dal 2013), ma solo negli ultimi due anni, tra la comunità desi designer è diventato un vero e proprio must.  Ma vediamo insieme di cosa si tratta.

Uno stile semplice e piatto, del tutto privo di effetti tridimensionali (ombre, sfumatute, etc… che invece ci avevano invaso fino a non troppo tempo fa con la pretesa di essere segno di abilità stilistica e artistica – vedi anche il design scheumorfico). In questo modo di comunicare le immagini che vengono create dai designer sono minimali e presentano una chiara distinzione fra i piani, che non si intersecano mai, ma si accostano in una danza di tracce e riempimenti contrapposti. Un sistema quindi di lettura facile e immediata, creato anche per la necessità di adattarsi in modo fluido e naturale ai template responsive dei nostri siti web e dei social media.

Da dove arriva il flat design?

Ovviamente il flat design non è stato inventato di sana pianta da qualche ingegnere della Microsoft o della Apple, ma fonda le sue radici fin nei primi anni del 1900, quando si affermò il movimento stilistico De Stijl di cui ricordiamo tra i più importanti esponenti Gerrit Rietveld, (con la sua sedia rossa e blu del 1918) e  Piet Mondrian.

L’uso di campiture piatte con prevalenza al massimo 3-4 colori per progetto e l’intersecarsi di semplici linee rette orizzontali o verticali sono i costituenti base di questo stile e di fatti li vediamo riproposti chiave moderna al giorni nostri